Il design è valore aggiunto in quanto disciplina di progetto

Quando ho iniziato la mia carriera di designer pensavo che il design fosse un valore aggiunto per le imprese. Grazie al design, le aziende potevano avvantaggiarsi rispetto ad altre, con la qualità estetica e funzionale dei propri prodotti rispetto ai concorrenti. Ritengo che ancora oggi il design sia un valore aggiunto, ma non un vantaggio esclusivo in quanto ogni azienda si avvale della collaborazione di designers e quindi, per esempio rispetto agli anni ’90, la sfida oggi è sempre più competitiva e difficile. La corsa delle aziende verso lo sviluppo dei nuovi prodotti e la scelta di sempre più capaci professionisti non sempre porta i risultati desiderati.

Le aziende, secondo il mio punto di vista, possono competere più efficacemente se il design viene considerata un’attività strategica, in particolare per la capacità di rendere unici gli elementi del brand quali i valori e le competenze che ne definiscono la personalità.

Il design è un valore aggiunto in quanto attività strategica


Il design dell’esperienza, la comprensione dei comportamenti ed una corretta analisi del brand e del contesto culturale in cui opera, sono le armi vincenti della disciplina del design, uno strumento sempre più strategico a supporto del management. La mia filosofia progettuale per il design risiede in 3 parole chiave: esperienza, estetica, unicità.

  1. Il prodotto e il suo utilizzo sono l’esperienza più importante per il consumatore rispetto ad una marca. L’esperienza positiva, sia razionale che emozionale, rinforza la percezione della marca.
  2. Mentre la percezione della marca non cambia, l’espressione e il design language hanno bisogno di essere costantemente aggiornati, in linea con i tempi, contemporanei per il mercato ed il consumatore.
  3. Il Design è un linguaggio potente pieno di singnificati e messaggi rivolti all’utilizzatore. Per essere efficace deve essere chiaro e unico. L’unicità giace negli attributi del brand e nelle caratteristiche funzionali del prodotto.

Processi di Design

L’idea di condividere l’esperienze di progetto vuole mettere in risalto l’importanza dei processi nel raggiungimento degli obiettivi. Una mia cara amica e collega, Edith Ackermann, un giorno mi sorprese con un’affermazione: ” Ogni designer ha la capacità di creare gli strumenti necessari per realizzare la sua idea e dare forma al prodotto”. Condivido questo pensiero e ritengo che questo valga anche per i processi, strumenti a volte complessi, del design.