Dal 1997 al 2004 ho ricoperto l’incarico di responsabile del design e del concept development per la LEGO Futura di Milano dove in particolare mi sono occupato del settore prescolare. Il nostro team aveva il ruolo di creare nuovi concetti e prodotti per il marchio LEGO Duplo.

In quegli anni di ricerca abbiamo potuto sperimentare attività e metodi affrontando molti progetti di diversa complessità progettuale.
Il processo di design più adatto a soddisfare le esigenze del gruppo di lavoro si è rivelato quello più semplice e forse più utilizzato nel settore del design di prodotto di largo consumo.

Ecco una semplificazione delle nostre attività che mi hanno permesso di definire un processo semplice ed immediato nella sua applicazione. Le macro attività più importanti sono tre.
1) Building Knowledge, “costruire” conoscenza. Senza una precisa conoscenza del mercato dell’utilizzatore e delle tecnologie il rischio di creare un prodotto che non soddisfa le esigenze dell’azienda è molto alto.

2) Creative process. La generazione delle idee, la combinazione delle possibilità di risolvere i problemi e la capacità di selezionare quelle che “funzionano”.

3) Design solution. L’ultima è l’attività che determina l’estetica del prodotto, le qualità formali, le funzioni. Il design e deve rispondere alle esigenze di gratificazione funzionale ed emotiva per i genitori ed i bambini.

Queste attività si ripetono in un processo articolato e diviso nelle fasi tipiche dello sviluppo del prodotto. Durante le fasi si affinano il concept e poi il prodotto man mano che si entra nel dettaglio e nella messa a punto fino alla prototipazione e la produzione.

Annunci